Del: ottobre 26, 2012 Categoria: Eventi

Oltre il successo nel segno dell’architettura sostenibile, Green Home Design – Abitare il presente, la mostra espositiva sull’architettura, sull’edilizia green e sull’efficienza energetica organizzata da My Exhibition in collaborazione con MADE expo e patrocinata da Green Building Council.
Green Home Design ha ospitato, su una superficie di 1600 mq, tre case, un asilo, una sala convegni e una zona lounge con Bio bar, vere strutture prefabbricate costruite in scala 1:1.
Artefici della progettazione, Aldo Cibic, Marco Piva e Massimiliano Mandarini che hanno dato la loro interpretazione all’architettura del presente attraverso progetti che coniugano ricerca estetica, funzionalità e soluzioni energeticamente efficienti.
GKH: GREEN KINDER HOUSE
Il progetto sviluppato dall’arch Massimiliano Mandarini racconta un nuovo modello di vivere lo spazio e il tempo nell’ottica di luoghi green and social nell’ottica dello zero impact building.
La realizzazione si declina in due due prototipi “design for nature” inseriti in un progetto di landscape design con al piano terra uno spazio pubblico a misura di bambino (eco-nido) e al piano primo una green house, con accesso design for all con rampa panoramica. L’installazione si sviluppa su un area di circa 300 mq e, si configura come un nuovo modello per ripensare, riqualificare e rinnovare le città attraverso l’approcio smart city e green building .
Il processo di sostenibilità dell’intero concept passa anche attraverso la scelta di aziende che siano in grado di fornire materiali, complementi d’arredo, finiture e soluzioni tecnologiche ecocompatibili così da completare la filiera green del progetto, nel concetto di architetture capaci di promuovere la cultura delle smart e della città sostenibile.
Saidel in collaborazione con Duravit, Nobili e Geberit ha esposto prodotti di design, legati anche al concetto di eco sostenibilità, riducendo notevolmente il consumo d’acqua ed evitando così inutili sprechi d’energia.
Un’ambiente bagno dove l’innovazione dei prodotti selezionati da Saidel incontra la natura e le materie prime come il legno, protagonista assoluto dell’istallazione.
L’idea si racconta in 3 ambiti prioritari:
– la sostenibilità del ciclo di vita del progetto, (design innovation , architettura zero impact, filiera corta nelle componenti del prodotto di architettura, integrazione della “componente natura” dell’involucro, usi differenti, riconversione riciclo delle componenti dell’involucro)
– sistemi costruttivi Green Builiding attraverso la modularità e la la flessibilità della struttura e degli spazi dell’involucro off grid, pensato come produttore di energia, mobile, a misura delle diverse condizioni climatiche, intelligente in termini di velocità di realizzazione di montaggio e di diversi differenti tipologie di usi e attraverso l’utilizzo degli spazi a pianta libera nell’ottica di “un’architettura rinnovabile”.
– la qualità dell’ambiente interno: la forte attenzione ai temi antisismici e a spazi a misura di bambino e a tutte le utenze sensibili, in un ottica di design for all.